Ammoniaca alimentare by Azotal

Quando si parla di ammoniaca alimentare si parla per lo più di bicarbonato d’ammonio (segnalato in etichetta con la sigla 503) per la preparazione di lieviti.
L’ammoniaca alimentare infatti è un agente lievitante e si trova negli alimenti come agente lievitante o come regolatore di acidità

L’impianto ammoniaca di Azotal produce ammoniaca in soluzione acquosa, con titolo variabile tra il 20 ed il 31.75%, partendo da ammoniaca anidra e da acqua dissalata. Il prodotto trova impiego prevalentemente nel comparto industriale, alimentare, farmaceutico e nell’abbattimento degli NOx delle emissioni dei termovalorizzatori.

Le soluzioni ammoniacali commercializzate da Azotal sono:

  • Ammoniaca in soluzione al 20%
  • Ammoniaca in soluzione al 24.5%
  • Ammoniaca in soluzione al 25%
  • Ammoniaca in soluzione al 30%
  • Ammoniaca in soluzione al 31.75%

Caratteristiche dell’ammoniaca alimentare

A temperatura ambiente l’ammoniaca pura si presenta come un gas incolore dal caratteristico odore estremamente pungente e che alla pressione ambiente liquefà alla temperatura di –77,7 ºC e bolle alla temperatura di –33,4 ºC, trasformandosi in un liquido mobile e anch’esso incolore. Nei primi anni del Duemila, la produzione mondiale di ammoniaca si è attestata intorno ai 135 milioni di t all’anno.

Come viene impiegata l’ammoniaca nell’industria alimentare

Quando si parla di ammoniaca nei dolci, si parla del bicarbonato d’ammonio impiegato cone agente lievitante. Si tratta di una sostanza completamente sicura per la salute umana.
Il lievito di ammoniaca mescolato alla pasta per alimenti reagisce durante la lavorazione dell’impasto e sviluppa bollicine di anidride carbonica. È in questo modo che il bicarbonato di ammonio riesce a lievitare la massa rendendo il prodotto leggero e soffice.